martedì 26 marzo 2019

Noi malate di cancro al seno sotto accusa al Congresso Mondiale delle Famiglie

Avvertenza: a questo post non verranno allegati i link ai siti e ai video del  Congresso Mondiale delle Famiglie per non offrire ulteriore diffusione a contenuti mendaci

Sta per iniziare a Verona il Congresso Mondiale delle Famiglie. Dal 29 al 31 marzo il movimento antifemminista, anti-abortista e anti-LGBTQI classificato come "gruppo d'odio" si riunira` in una citta` tristemente famosa come una delle capitali europee dell'estrema destra [qui qui qui]. Tra i relatori diversi esponenti dell'attuale governo: il vicepremier Matteo Salvini, il ministro per la Famiglia e la Disabilita` Lorenzo Fontana, il ministro dell'Universita` e dell'Istruzione, Universita` e Ricerca Marco Bussetti, Luca Zaia, governatore del Veneto, oltre a Federico Sboarina, sindaco di Verona, Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia e deputata, Necola Legrottaglie, calciatore, Sammy Basso, leader dell'Associazione Italiana Progeria, Silvana De Mari, medica e nota omofoba, Alessandro Meluzzi, psichiatra e assiduo frequentatore di salotti televisivi, ed Elisabetta Gardini, parlamentare europea ed ex presentatrice.
Non e` la prima volta che il congresso si svolge, ma e` la prima volta che ad accoglierlo sara` una tre-giorni di eventi alternativi e una manifestazione di protesta organizzata da Non Una di Meno [qui]. Centinaia di persone convergeranno su Verona da tutta l'Italia per portare solidarieta` a chi in citta` si sentira` giustamente minacciato dalla presenza di questi loschi figuri legati all'estrema destra e probabilmente finanziati da oligarchi russi vicini a Putin. 
Anche noi donne colpite dal cancro al seno siamo nel mirino del Congresso Mondiale delle Famiglie. Nel corso di ogni edizione la nostra malattia viene indicata come il risultato del non avere figli da giovani, del non averli allattati o di aver abortito volontariamente. Babette Francis, fondatrice dell'organizzazione Endeavour Forum, sara` presente a Verona a ripetere quanto gia` detto nel 2016 a Tbilisi dove, rivolgendosi alle donne che "si vantano di preferire la carriera alla famiglia" le ha invitate ad essere "consapevoli che se non avete figli avete un rischio parecchio piu` alto di ammalarvi di cancro al seno". Un discorso conclusosi con la sua personale "risposta" al problema del cancro al seno: "fate tanti bambini, a 20 anni invece che a 30, e allattateli il piu` a lungo possibile".
Affermazioni che oltre a gettare ancora una volta la croce addosso a chi di cancro al seno si e` ammalata con e senza figli, magari perche` non ha fatto nemmeno in tempo ad averne a causa della malattia, non hanno alcun fondamento scientifico. Per queste ragioni, inviatiamo chi ci segue a non dimenticare i nomi dei governanti presenti. Salvini e Fontana presenzieranno ad un evento in cui le donne malate di cancro al seno saranno accusate di essersela andata a cercare, di non aver adempiuto ai propri doveri riproduttivi e di aver ricevuto per questo motivo una diagnosi che nessuno vorrebbe mai ricevere. E gia` che ci siete, ricordatevi anche degli utili idioti del Movimento 5 stelle che consentono a questa gentaglia di stare al potere. E se passate da Verona non perdetevi gli eventi e la manifestazione di Non Una Di Meno.

23 commenti:

  1. una mia carissima amica ha partorito 3 figli tutti regolarmente allattati al seno ed è purtroppo m orta di tumore. un'altra 3 maschi allattati ora al posto dei seni ha due protesi, allora quale panzana fate girare dovreste vergognarvi

    RispondiElimina
  2. Cinquantamila sfaccettature di merda, proprio: e quando pensi che abbiano finito di raschiare il barile, se ne inventano un'altra ancora più indegna.
    Ma quanto sono furibondamente infelici per essere tanto carogne ? Mai abbastanza, comunque.

    RispondiElimina
  3. Articolo fazioso e ingeneroso che specula politicamente su un dramma. E molto grave.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con la tua opinione. Pur di pilotare la gente verso a forza politica, ci si inventa di tutto Per fortuna noi donne siamo intelligenti e vediamo pure di là del ns naso

      Elimina
  4. Articolo fazioso e ingeneroso che specula politicamente su un dramma. E molto grave.

    RispondiElimina
  5. Mah! Le parole sconfusionate di una persona con evidenti problemi mentali, non possono essere cavalcate per far becera politica. Ne contro,ne a favore! Articolo fazioso! E parlo da donna colpita da tumore al seno!!

    RispondiElimina
  6. I troll che si sentono in dovere di trollare verità sacrosante. Siete ridicoli (o ridicole)

    RispondiElimina
  7. I troll che si sentono di dovere trollare verità sacrosante. Siete ridicoli (o ridicole)

    RispondiElimina
  8. Che commenti sfigati da troll senza fantasia

    RispondiElimina
  9. ma...che dire non auguro a nessuno di avere un tumore..di essere "sventrata fisicamente e psicologicamente"...a questo punto secondo questi geni e le loro visioni pazzoidi perchè il cancro colpisce i bambini? osteggiare queste persone immorali e psicolabili con la presenze di politici piu o meno condivisibili con le loro idee politiche..è vergognoso.ma credo che in tutto giri la ruota...

    RispondiElimina
  10. Ci definite come gruppo d'odio....quando queste sono parole piene d'odio, forse solo di rabbia...
    Io vado semplicemente per dire che la famiglia è bella, e che sarebbe ancora più bello se la società in cui viviamo la proteggere ed offrisse ai genitori più opportunità per stare con i propri figli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la famiglia è bella, ma in tutte le sue forme, e nessuno NESSUNO deve prendersi il diritto di decidere che la sua è bella e un'altra non è neanche degna di essere chiamata famiglia. Famiglia è amore. punto!!

      Elimina
  11. L'ignoranza unita alla cattiveria. Disarmante. Preoccupante, parecchio.

    RispondiElimina
  12. non ho parole... io non ho avuto figli (purtroppo) ma ho conosciuto tante ragazze operate al seno come me, che addirittura se ne sono accorte mentre allattavano... e in ogni caso, un figlio è un dono, una gioia, non deve mai essere una costrizione... ci fu già Mussolini che spingeva a "dare figli alla Patria" per mandarli a morire in guerra...

    RispondiElimina
  13. Però è quello che dicono tutti i medici: se si allatta il rischio diminuisce (non si annulla) così come se si hanno figli in giovane età. Non è che ha detto un'assurdità. Mi sembrano dati medici non anatemi.

    RispondiElimina
  14. Vorrei sapere a cosa associano il tumore alla prostata...

    RispondiElimina
  15. Ho due figlie e nessun seno: mastectomia bilaterale a 30 anni dopo due mesi dal secondo parto

    RispondiElimina
  16. Figlio a 29 anni. Allattato fino a 2 anni. Cancro al seno a 38.

    RispondiElimina
  17. Per la verità la correlazione tra età alla prima gravidanza, numero di gravidanze, durata dell'allattamento e probabilità di sviluppare il tumore al seno è un dato noto nella letteratura medica. Non è il solo fattore di rischio ovviamente, anzi, molti fattori ovviamente non li conosciamo, ma è un dato abbastanza comprovato. Che Poi questi signori utilizzino il dato per tirare acqua al proprio mulino è un'altra faccenda...

    RispondiElimina
  18. Lo diceva anche Veronesi

    https://www.leggo.it/societu00e0/sanitu00e0/tumori_seno_veronesi_donne_non_fanno_figli-616223.html

    RispondiElimina
  19. https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/oncologia/tumore-al-seno-gravidanza-e-allattamento-sono-fattori-protettivi

    RispondiElimina
  20. Una cosa sono i fattori di rischio. Una cosa é dire che non averne ti salva dalla malattia. Un altra ancora é rigirare la frittata a proprio comodo.

    RispondiElimina
  21. Malata di tumore al seno dopo aver allattato il mio bambino. Mi hanno tolto il seno per il tumore. Questo dovrebbero dire, oppure nulla a riguardo, sarebbe meglio. Vergognatevi!!!!! Siete dei mostri!!!!

    RispondiElimina